“Choosy”? Ma perché si continua a “punzecchiare” i giovani?

Pubblicato: 28 ottobre 2012 in Uncategorized

ImmagineE’ interessante notare come a fronte della gravissima situazione lavorativa e dei redditi bassi (come sarebbe stato bello e civile non lasciare lettera morta ma aver provato almeno a rendere effettivo l’art. 36 della Costituzione: ‘Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa’ ) neanche si tende più a mascherare la ritrosia nel considerare che il motore dello sviluppo di un Paese dovrebbe partire dal Lavoro che innescherebbe così tutta una serie di conseguenze positive in termini di crescita. Non considerando dunque adeguatamente il 35% del tasso di disoccupazione giovanile (senza considerare gli inoccupati over 35!) e un 40% di precariato, oggi si tende anche a ‘punzecchiare’ questa larga fascia di meno fortunati (conseguenza anche dei molto più ‘fortunati ’) quasi con tono dileggiante. E’ purtroppo ormai quasi abituale che certi politici per mostrare il loro senso del dovere nel proprio Lavoro con il loro ‘eccessivo zelo ’ nel quotidiano impegno, mostrino ai cittadini in varie difficoltà come si deve essere o come ci si deve comportare. Oltre alle tante difficoltà che vivono quotidianamente, molte persone si sentono quindi anche istruite sul fatto che ‘il lavoro non è un diritto’ o che ‘i giovani siano meno schizzinosi ’ – o meglio: ‘choosy’, che fa più British! – comportando giustamente questo calo d’interesse verso la politica, verso una sana politica quale dovrebbe essere quella attenta ai bisogni della collettività. Oltre alla cultura e al lessico anche i vari atteggiamenti degli individui sono rilevanti nel mostrare la loro personalità e dunque, chi riveste ruoli di pregio, dovrebbe pensare che anche lo stile ha la sua importanza ma, soprattutto, dovrebbe sapere che ai meno fortunati nelle varie difficoltà non si dovrebbero dare mòniti o istruzioni che più che di consiglio appaiono invece di scherno. Certo è evidente che dagli alti seggi dorati del Palazzo è difficile immaginare come si possa vivere nel basso delle condizioni quotidiane delle persone comuni.

Formiche Giovani // Massimiliano Ciampi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...