Agire per cambiare, in meglio, il nostro futuro

Pubblicato: 4 ottobre 2012 in Uncategorized

ROMA – E’ con un assoluto sgomento che continuiamo ad ascoltare e leggere quanti e quali “orrori” questa classe dirigente politica è stata in grado di perpetrare ai danni di una intera nazione che è ormai sfinita per i sacrifici che le sono stati chiesti. Osservando i volti delle persone che incontro leggo solo lo sdegno, la frustrazione e la rabbia. Dai discorsi a volte emerge anche un velato senso di impotenza e di rassegnazione “che si può fare, tanto sono tutti uguali”! Ma la cosa che più mi colpisce è la rinuncia totale al futuro. La rinuncia cioè a credere che un futuro migliore sia possibile, la rinuncia a sognare e pensare nuovi modi di organizzare l’intera società, la rinuncia ad agire per cambiare le cose. Ma la colpa di questo scempio del futuro non è imputabile solo ai nostri politici, che non dimentichiamo di aver eletto con un voto democratico, ma anche ad ognuno di noi. Ognuno di noi è corresponsabile di questo sfacelo. Ognuno di noi ha contribuito, nel suo piccolo, ad alimentare, a sostenere, a legittimare questa prassi di illegalità. Ciò che prioritariamente serve a questo nostro Paese è un rinnovamento culturale oltre che politico. Una rifondazione morale, etica degli atteggiamenti e dei comportamenti, anche se assolutamente e inderogabilmente della classe politica in primis. Basta con i rimbalzi di accuse, le manifestazioni di discolpa avanzate ora dagli uni e altre da altri. Basta con gli spot demagogici per correre ai ripari, con la dissacrazione degli avversari, con lo scontro totale. Ma basta anche a chi non fa il proprio dovere sul posto di lavoro, a chi usufruisce di prestazioni e servizi senza averne diritto o bisogno, a chi fa il doppio lavoro (la lista potrebbe essere infinita). Abbiamo bisogno di credere nel futuro, un futuro che sta ad ognuno di noi costruire in modo diverso. Dobbiamo farlo soprattutto per le nuove generazioni a cui abbiamo rubato tutto anche il sogno di immaginarsi un futuro degno del quale oggi invece hanno solo un’immane paura.

FORMICHE GIOVANI // Graziella Giorani Castellani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...